I Migliori Plugin Audio – Top 10

Solo il meglio per il tuo suono!


Nel precedente articolo ti ho parlato del Setup necessario per avviare il tuo piccolo Home Studio. Ora è il momento di scoprire quali sono i migliori plugin audio!

Quelli che per me sono fondamentali nel mio flow produttivo. 

Ma partiamo dall’inizio! Cosa sono i plugins?

Non sono altro che componenti aggiuntivi, spesso sviluppati da terze parti, che si possono integrare alla propria workstation per generare nuovi suoni o effetti.

Possono essere equalizzatori, compressori, riverberi, synth, ecc. e sappi che presto o tardi ti serviranno se vorrai portare la tua musica ad un livello successivo.

Guardandoti in giro, specialmente online, noterai che esistono davvero tantissime case produttrici di plugins! 

Grazie all’articolo di oggi ti guiderò in un “tour virtuale” all’interno del mio studio e ti mostrerò i migliori plugin audio nel mio studio! In questo modo potrai già farti un’idea di quali plugins potrebbero essere utili per il tuo work flow!

Ogni professionista che si rispetti ha le proprie catene di plugin.

La scelta di questi è spesso frutto di tanta esperienza, successi, fallimenti e moltissima sperimentazione. Ogni produttore dà (volontariamente, ma anche involontariamente) un proprio sound alle produzioni a sulle quali lavora. Per ottenere il sound più adatto a te dovrai sperimentare molto.

Ma passiamo alla lista!

I Migliori Plugin Audio nel mio Studio


Prima di cimentarci nella lettura dei migliori plugin audio sarà bene ricordare che, ogni produttore, a seguito di numerosi anni di sperimentazione seguirà un percorso differente.

Questo percorso lo porterà inevitabilmente alla scelta di determinati plugins.

Queste scelte saranno il risultato di numerose prove, decisioni, scelte di produzione e scelte creative.

Non è detto che un plugin che possa essere utile ad un produttore risulti utile allo stesso modo per un altro.

Dipenderà da diversi fattori, uno fra tutti il genere musicale che si intende produrre.

ReFex Nexus 3


Nexus è indubbiamente uno dei migliori plugin audio da usare in fase di produzione.  Merita sicuramente uno dei posti più alti nella classifica dei migliori plugin audio.

Si tratta di un Virtual Synth basato principalmente su preset archiviati all’interno del software facilmente consultabili tramite una libreria.

Durante le prime fasi di produzione qui troverai tutti i suoni che ti serviranno per fissare le parti.

La grande velocità di Nexus e la qualità dei suoi preset ne fanno uno dei Virtual Synth più usati nell’industria musicale. 

Si presenta con un’interfaccia grafica semplice e intuitiva che ti farà trovare velocemente il suono giusto per la tua produzione. 

Grazie alle funzioni di editing e i moduli di riverbero e Delay già incorporati all’interno del synth potrai anche modificare il tuo suono per dargli una marcia in più o semplicemente per aggiungere la tua firma!

Certamente, se sei alla ricerca di un synth che ti permetta di creare da zero il tuo sound, Nexus non fa per te. Ma ti darà una mano tutte quelle volte che cercherai “quel certo suono” da aggiungere alla tua produzione.

Sono davvero notevoli le espansioni che troverai sul sito del produttore. La libreria di base di Nexus è già vasta di per se. L’aggiunta di ulteriori Sample pack ti metterà in condizioni di poter produrre quasi ogni genere musicale. 

Xfer Serum


Anche Serum è un virtual synth. Ma si tratta di un’idea profondamente diversa rispetto a Nexus. 

Sebbene la libreria di suoni di base del Serum sia ricca, la vera potenza di questo Synth risiede nella sua capacità di creare suoni da zero.

Tramite l’uso di Serum potrai scolpire il tuo Sound. Uno strumento davvero potente e versatile che, utilizzato nelle giuste dosi, darà alla tua traccia un sound più personale.

Non è di certo un software da principianti. Quindi ti consiglio di approfondirlo in tutti i suoi aspetti se deciderai di comprarlo. Tieni in considerazione che la creazione di un suono da zero è un procedimento lungo e molto tecnico che richiede molta preparazione.

Per iniziare ad utilizzarlo ti consiglio d partire di suoni della libreria originale per poi modificarli a tuoi piacimento. Ti renderà la vita più facile e apprenderai velocemente l’uso del synth!

Native Instruments – Kontakt


Si tratta di uno degli strumenti più completi che si possano trovare. Ed è per questo motivo che rientra a pieno titolo fra i migliori plugin audio.

Grazie alla sua enorme libreria nativa e alle innumerevoli espansioni disponibili (anche create da terze parti) è uno dei virtual instrument più impiegato nelle grandi produzioni.

All’interno di Kontakt potrai caricare diverse librerie di strumenti, dalle batterie fino ai violini.

Potresti produrre un intero brano utilizzando solo Kontakt!

Tuttavia la grande scelta di suoni e libere può causare confusione.

Ti consiglio di capire bene fin da subito quali sono gli strumenti per te necessari e trovar quelli più adatti alle tue necessità.

Non comprare bundle di librerie se non ti servono, alla fine prenderanno polvere all’interno del tuo hard disk occupando considerevoli quanti di memoria.

FabFilter ProC2 – ProR – ProQ3 – ProMB


Si tratta di processori di segnale. 

Nello specifico il Pro C2 è un compressore molto preciso ottimo per essere impiegato sui drum bus ma anche sui synth. È davvero versatile e all’occorrenza può essere utilizzato in fase di Mastering per limitare i picchi indesiderati.

Il Pro MB invece è un compressore multibanda. Spesso si rende indispensabile sui bus Channel o addirittura fase di Mastering per poter limitare alcune criticità.

Il Pro R è un riverbero. Grazie alle innumerevoli impostazioni riuscirai a ricreare ambienti realistici ed incredibili effetti psico acustici! Qui la creatività è il tuo limite. 

Arriviamo adesso al Pro Q3 si tratta di un equalizzatore dinamico di grande precisione. Adatto all’uso su qualunque tipo di strumento è indubbiamente uno dei più versatili EQ che si possano trovare sulla piazza. Con il suo analizzatore d spettro incorporato ti renderà facile trovare ed eliminare quelle fastidiose risonanze dai tuoi suoni, o perfino dal tuo mix!

I prodotti della FabFilter entrano senza dubbio a pieno titolo nella classifica dei migliori plugin audio.

La precisione, la facilità d’uso e la potenza rendono i plugins FabFilter fra i più usati nel mondo della produzione musicale.

Waves Audio – NLS Channel


L’NLS Channel è indubbiamente uno dei migliori plugin audio per quanto riguarda la saturazione, infatti è uno dei plugin che uso di più.

Si tratta di un emulatore di console analogica. Facendo passare il suono al suo interno potrai scegliere fra tre diversi algoritmi che ti permetteranno di simulare il sound delle più famose console analogiche.

Agisce come un Saturatore Audio, aggiungendo armoniche che daranno una pasta più gradevole ad ogni suono.

Aggiungendolo alle tue tracce darai più colore e corpo ai tuoi suoni e alla fine il mix risulterà più omogeneo e corposo.

Waves Audio – L1 Ultramaximizer


Si tratta di un potente Limiter che usato a dovere, specialmente in fase di Mastering, darà alla tua traccia il tocco finale.

Grazie agli ottimi preset offerti e le numerose impostazioni offerte potrai gestire il suono del tuo mix/mastering con precisione. 

Il Limiter è uno strumento che ha preso piede negli ultimi anni grazie alla guerra dei volumi. 

Questo ne fa uno strumento necessario per finalizzare i tuoi lavori.

Izotope – Nectar 3


Il Nectar 3 è una Suite di Produzione Vocale.

Processerà le tue voci al meglio grazie a diversi moduli selezionabili (compressore, eq, reverb, delay, de-esser, ecc.) che potrai impostare per fissare le tue voci all’interno del mix.

Una funzione molto innovativa aggiunta da Izotope è il Vocal Assistant. Potrai far ascoltare il tuo vocale al Nectar che ti proporrà, in automatico, un miglioramento della traccia aggiungendo diversi moduli che potrai successivamente modificare in base alle tue esigenze.

Potrai inoltre sperimentare l’utilizzo della nuovissima Unmask Feature.

Una volta caricato un secondo Nectar su una traccia o su un bus potrai fare in modo che i due comunichino fra loro. 

Questo permetterà al plugin di analizzare entrambi gli spettri sonori e verificare che non ci siano effetti di mascheramento.

Se dovessero esserci delle criticità Nectar interverrà automaticamente tramite l’utilizzo di un EQ che pulirà in automatico le frequenze in questione.

Concludiamo, i migliori plugin audio


Questa lista rispecchia la top 10 dei migliori plugin audio all’interno del mio studio.

Sono i plugins che uso più spesso e che trovo utili per dare un’impronta personale alle proprie tracce.

L’uso sapiente di questi plugins ti porterà a produrre tracce di altissima qualità pronte a sfidare qualunque classifica.

Se stai iniziando adesso a comporre il tuo Home Studio allora ti serviranno questi consigli:

  • Procurati inizialmente solo gli strumenti strettamente necessari
  • Parti da un buon Virtual Instrument che ti permetta di sperimentare in più direzioni
  • Equalizzatori audio, Compressori audio e moduli di riverbero SONO necessari! Senza non potrai scolpire al meglio il tuo suono e ti troverai presto molto limitato
  • Se lavori con tracce in cui ci sono parti vocali dominanti procurati un plugin con cui lavorarle, una buona voce può subito impressionare l’ascoltatore.

Se vuoi trovare gli strumenti più adatti alle tue produzioni potrebbero interessare anche:

Gli strumenti del Sound Design e il loro utilizzo:

I migliori strumenti per produttori e Sound Designer:

Recensioni utili

Lascia una Recensione!

Add Comment